Qualità: volontà

Tratta: sottomissione, facile influenzabilità, incapacità a dire di no

Conferisce: autodeterminazione, servizio in giusta proporzione

  • Vittima dell’influenza di personalità più forti. Incapace di decidere con la propria volontà. Passivo, arrendevole, convenzionale.
  • Sa ciò che gli altri pensano, sa ciò che gli altri si aspettano da lui o vogliono che lui faccia.
  • Ama servire e può arrivare a diventare schiavo degli altri. È più una vittima che un aiutante consapevole.
  • Figlio che resta sempre con i propri genitori, rinunciando completamente a un progetto di vita personale. Accetta spesso la volontà della famiglia per ciò che riguarda la professione.
  • II malinteso nasce dal fatto che si preferisce sottostare alle debolezze altrui invece di seguire la voce del proprio destino individuale.
  • Spesso soffre di stanchezza, surmenage, esaurimento. (Diagnosi differenziale con Olive e Hornbeam)
  • Scarsa stima di sé. Ha bisogno di stare accanto a un compagno più forte. “Persone zerbino”.
  • Bambini: dimessi, docili, ubbidienti, non danno mai problemi ai genitori, sono molto sensibili ai rimproveri.

Effetti positivi

  • Sfrutta la sua sensibilità per collaborare e per aiutare gli altri, senza però perdere la sua individualità.
  • Quando non é d’accordo, sa dire di no. Segue la propria voce interiore nelle decisioni che prende.
  • Grande lavoratore ma con una giusta collaborazione con gli altri. Resta se stesso anche in seno ad un gruppo.
  • Effetto positivo nelle convalescenze, nelle deficienze immunitarie e nel dare vitalità alle piante.

Consigli

  • Prima di fare una cosa chiedersi: lo voglio sul serio?
  • Tecnica di immaginazione: luce bianca intorno al plesso solare o abbracciare un albero di quercia ricevendo forza e determinazione.